RASSEGNA STAMPA

Supercentro S.p.a

[DISTRIBUZIONE MODERNA] Redditività e fatturato in crescita per Gruppo Supercentro

2 Nov 2021

Con il cambio d’insegna – da Pam a Sisa – e il rafforzamento della rete, crescono le performance di Gruppo Supercentro, attivo da oltre vent’anni nella distribuzione alimentare del Sud Italia.

Presente in Puglia, Basilicata e Calabria – con i marchi Sisa, Ipersisa Quick Sisa -, l’operatore distributivo meridionale può contare su una rete di circa 70 punti vendita affiliati e 35 diretti, oltre a 4 cash&carry (sotto insegna Stop & Shop), occupando 485 dipendenti su una superfice complessiva di 60.000 metri quadrati.

Al network si aggiungono due centri distributivi, ubicati San Giorgio Jonico (Taranto): uno dedicato ai secchi, di 10.200 mq, e l’altro ai freschi e freschissimi, realizzato nel 2019, con un investimento di 4,5 milioni di euro.

La società per azioni tarantina, dopo un periodo di ristrutturazione finanziaria, che ha portato, nel 2020, al recupero di redditività e al varo di nuove linee di business, si prepara a chiudere il 2021 con un fatturato di 240 milioni di euro, in aumento di 13 punti percentuali.

Nel corso dell’ultimo anno il gruppo, dopo avere concluso il rapporto con Pam, è entrato nella centrale d’acquisto Dit-Distribuzione italiana, che oggi raccoglie nove associati.

Il piano industriale di Supercentro prevede investimenti di 3 milioni di euro nel 2021-2022 per concludere, fra l’altro, il restyling si 18 punti vendita diretti, un piano di sviluppo rafforzato dalla nomina di Antonio Bonucci a direttore generale, con il compito di guidare il consolidamento della strategia di crescita.

“L’azienda è sempre più solida e, come hanno dimostrato i risultati della quarta edizione del nostro ‘day bank’, nel quale abbiamo potuto incontrare i partner finanziari, è in grado di rapportarsi alla comunità di affari come soggetto affidabile e attrattivo, nonché elemento di sicura crescita territoriale – spiega il presidente, Paolo Michele Macripò -. La nomina di Antonio Bonucci rientra in un programma gestionale molto preciso, che comporta un ricambio generazionale del management”.

Bonucci, classe 1960, ha una solida esperienza nell’ambito della Gdo: in 20 anni ha ricoperto la carica di amministratore delegato di Coop Sicilia e di direttore area Romagna e Sud Italia presso Coop Alleanza 3.0.

Leggi l’articolo completo

ALTRI ARTICOLI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi